Arrivano………..

crackbrothers EGGBEATER 11 & Schwalbe Furious Fred Evolution Line, TL Ready 29er

Annunci

SPECIALIZED ROMIN TEAM : la prova

Provata e ancora in uso,  per quasi una stagione sulla mia bici da crono, le mie speranze che fosse la sella definitiva non si sono purtroppo avverate….eppure sembrava quella giusta…..mannaggia (non è detta l’ultima parola….)

Aggiornamento:

variazione del metodo di messa in bolla della sella, questa volta ho usato un piano perfettamente piano, una lastra di vetro 250x300x5 mm posizionata sulla sella e naturalmente con appoggiato sopra una livella, che dire una più accurata sistemazione della parallelismo sella, del fatto di avere la sella perfettamente in bolla con il supporto del piano di vetro mi ha giovato non poco, forse era da farsi prima lo ammetto e il meglio tardi che mai….ci può anche stare.

Aggiungo che ora la posizione mi pare migliorata parecchio, oddio l’optium a parer mio è solo riscontrabile con un utilizzo dovuto alle selle SMP dove il canale centrale più largo e continuo fino al naso si sente eccome, ma il sostegno dovuto principalmente alle ossa ischiatiche deve essere compatibile(sopportabile e poi digerito) e non tutti riescono ad ottenerlo.

Conclusione promossa, unico mio appunto, una sella Specialized messa su una Cannondale, oppure su una Trek tanto per fare due nomi a caso non ce la vedo per nulla…..sbaglio?

Una pecca a riguardo della colorazione rossa sulla forchetta (un piccolo rettangolo presente  sul rail nella parte del “naso”della sella) si è scolorita abbastanza alla svelta, causa sfregamento della coscia destra  su quel particolare, niente di compromettente, però avrei preferito maggior cura nella scelta del fissaggio del colore in quel punto da parte della Specialized.

La parte del rivestimento della sella è ancora integra e quasi perfetta….Ottimo!!! nessun problema di cigoli vari o indebolimento dello scafo(da notare una discreta flessione in pedalata dovuta al canale centrale che ne indebolisce non poco la struttura, ulteriormente accentuata se l’utilizzo è in fuoristrada).

Per quanto mi riguarda le compressioni a livello perineo sono ancora presenti sia tenedo la sella in bolla che provando piccoli aggiustamenti abbassando di poco  il naso della sella verso il basso, non come su una sella senza buco, ma la percentuale di sollievo per me è ancora bassa……

Ora non mi resta che da testare la Phenom Expert (tolta dalla S-Works  appena ritirata e mai provata, anche perchè era da 143 mm )ti rails, ma non mi faccio illusioni….. è una sella con minor canale centrale e visto che è parte della s-works  la voglio provare ugualmente, la ricerca del Sacro Graal è ancora lunga….

alla prossima

Aggiornamento:

la sella in questione a terminato la sua presenza sulla mtb, visto che è stata sostituita con una SAN MARCO Aspide Racing Open Black

qui la recensione SAN MARCO Aspide Racing Open Black

Ritornando sulla Romin che nel frattempo è stata aggiornata in grafica dalla Specialized devo ricordare che il modello da me usato a parer mio si è dimostrato cedevole nella zona di scarico, troppo elastica. Magari nel nuovo modello la cosa è meno evidente ma non ne ho avuto il modo di testarlo….