La Flamme Rouge/Ultimo Chilometro: ZIPP 404 + 808 posteriore

fantastiche queste zipp.. volano che √® una bellezza, ti alzi sui pedali a 50 all’ora e l’unico pensiero √® che non ci molli la catena, a qualsiasi andatura scorrono in modo impressionante…MA’…ci sono dei m√†..

condizioni di utilizzo, statale toscana nel mezzo bosco, fatto di curvoni veloci, asfalto a palla di biliardo, e continui saliscendi,  o comunque almeno asfalto liscio..

tutto il resto è un compromesso con una bella serie di note negative-
frenata? pessima- forse ci si abitua, io al momento mi cago adosso, e comunque devo ancora andare a provarle in montagna..
costo? esagerato, ma si s√† che per noi ciclisti questo √® un particolare quasi trascurabile…
confort?? assente
asfalto corrugato o formato da sassi grossi?? cambiate strada
spese di utilizzo? al top, i tubolari 60 euro l’uno su hibike e non li giri davanti dietro, oltrech√® non s√≤ quanto durino
sensibilit√† al vento?? con quelle ruote il vento c’√® sempre!! ti basta anche solo il passaggio di un’auto per non riuscire a mantenere la traiettoria impostata

ieri sera per la prima volta quest’anno sono andato al “giro sera”(sorta di gara allenamento storica di 50 km fatti a manetta aperta ndr)
.. strade veramente in pessime condizioni ed inoltre variante per evitare una chiesetta lesionata sul nostro percorso abituale. Variante con strada di campagna a sasso grosso- un delirio, la bici salta da tutte le parti, tutto lo sforzo √® per l’attrito di rotolamento. Buche a gogo a sorpresa, e se le centri il telaio (e sopratutto il tuo telaio ndr fondoschiena) prende delle botte impressionanti, con rumori da far accapponare la pelle. Chiss√† i cuscinetti…chiss√† il telaio.. e chiss√† il fondoschiena alla lunga cosa avrebbe da dire – non ultimo pensiero chiss√† le ruote cosa diranno dopo un’anno di utilizzo di questo tipo..
Va detto che per il momento restano perfettamente centrate.
certo quanto dico √® riferito ad un uso racing in gruppo su strade infami (ormai tutte da noi…) con velocit√† tali che nessuno f√† in tempo a segnalarti le buche (spesso over 50..) e a quelle velocit√† in scia, difficilmente riesci ad evitarle.
Anyway ieri sera ho chiuso un paio di volte a velocita superiori a 55 kmh e forse anche grazie alle zipp, o quantomeno ti danno una bella sicurezza psicologica, anche se il tachimetro segna oltre 180 bpm (anche 185 a dire il vero..)
Lunedì invece mi sono fatto un giro easy in solitaria, e devo dire che il piacere di una bella passeggiata, con quelle ruote te lo scordi, ogni buchina o sassino è un trauma-
impostare una traiettoria e tenerla è un sogno relegato al passato di quelle dura ace da profilo zero..
E pensare che io per averle pi√Ļ comode le gonfio solo a 10 e non 13 come potrebbe essere possibile-
Dimenticavo: scordatevi di togliere le mani dal manubrio anche per un solo attimo (io adoravo andare così in fase relax..) Рti tradiscono istantaneamente..

il problema √® che occorre provare il top per capire veramente cosa √® il TOP per t√®…care le mie vecchie dura ace a profilo bassissimo con pista frenante in alluminio e copertura superiore in carbonio forse finta..

insomma se volete togliervi la voglia e vi puzzano 1600 euro o pi√Ļ in tasca – ottimo acquisto

terremoto? a suzzara ci siamo giocati la torre..e anche la copertura del campanile.. ci resta solo l’iveco.

assolutamente dimenticavo!!
gli adesivi zipp (e grafica relativa, ma ciò potrebbe essere soggettivo..) sono veramente penosi!
praticamente sono adesivacci attaccati sopra la pallinatura del cerchio, che sicuramente si staccheranno alla prima occasione, partendo dalle punte,-non per nulla c’√® un fiorente mercato di adesivi zipp..
Easton, non sò come abbiano fatto, ma le scritte (bellissime) sono praticamente stampate a sublimazione nel carbonio
Ritchey le scritte sono inserite sotto al trasparente del carbonio (vernice assente sia in easton che zipp)..

serghei