BD & P: Fate silenzio…per favore.

BD&P ovvero: Bega dura e pedalar   racconto sempre di mezz’estate…

Il Tour de France è  appena finito, piaccia o meno è sempre l’evento numero uno al mondo quando si parla di ciclismo,  a parte le Olimpiadi e i Mondiali di Calcio che ci sono ogni 4 anni, direi fra tutti gli sport.

Non lo dico solo io che il miglior ciclismo si vede quà, eppure c’è ancora (in tv e non solo..) che si ostina a dire che il Tour non vale il Giro d’Italia come percorso, è monotono quasi sempre uguale. Che sarà pur vero ma si da il caso che i migliori prof. al mondo sono tutti qui ogni anno a darsi battaglia mentre nelle restanti corse a tappe vanno  chi di speranze non ne ha….certo non è colpa loro se al tour rimediano figuracce, ma per lo meno  evitate di andarci a  qualunque costo…ho visto gente  al Tour come fossero in gita,  a far di numero, ma  per questo ci sono altri più volenterosi e giovani che son rimasti a casa… il Tour non è un album di figurine dove incollarci la foto e dire io ci sono stato…state a casa se potete, grazie!

L’Olimpiade è già partita prima gara su strada fatta e grande Vino!!!!! giustizia è fatta onore al merito, peccato sia stata la sua ultima gara e forse è giusto cosi, le belle storie quando finiscono  hanno sempre un lieto fine.

Grazie Vino.

Ah!!  dimenticavo, rubo queste parole non mie prese in giro sui forum:

Grandissimo Uran, comunque, che ai 200 metri dall’arrivo delle olimpiadi invece di guardare Vinokourov, si guarda in giro spensierato, il kazako scatta e lui si accorge dopo una decina di metri: momenti di grande ciclismo. Nelle gare UDACE i corridori sono più attenti di lui.

Ecco ha riassunto a perfezione quello che avrei voluto scriver io (grazie dinute da Udine) meglio non si poteva.

Peace!