La Flamme rouge/ultimo km: BMCTE01 // TF01

flamme-rouge

BMCTE01 // TF01

front29ers contro full allmountain

bmc2

DSC_0017-1

FOTO BY SERGIO

Mai dire -mai più…

o anche ritorno alla front-

in origine era la front, ed era fantastica!…poi si è scoperta la “full” e si volava sulle nuvole…quindi è stata la superfull da 150 allmountain – e sono passate le paure, nessuna discesa preclusa!

nulla pareva migliorabile..

Poi arriva il tuo amico e ti fà cavalcare una specy 29er, poco sopra i 9kg…

Un tarlo si insinua nel tuo cervello..!!

che dire…nulla è più stato come prima, e ora temo che la mia amata allmountain possa fare le ragnatele nel box…

La front29ers nelle intenzioni, l’avevo presa solo per fare le nostre demenziali garine nella bassa, in mezzo al fango, girando attorno a qualche pioppo, e le discese “mozzafiato” degli argini (-sigh-!!–), cosa che mi risultava abbastanza improponibile con due ammortizzatori da 150 mm -quantomeno a velocità sostenute- e senza sfigurare..Temevo che tale bici sarebbe stata pochissimo usata.se non proprio superflua come acquisto visto che questi non sono certo i percorsi che prediligo..-

A parziale discolpa và però detto -che abitando nella bassa, qualche volta ti può capitare!..

Quindi dopo una settimana di poderosi conflitti di coscienza…sai già dove si arriverà!..è un destino già scritto…- affronti le ire del coniuge e via! -porti a casa la terza (super) bike…

il test..: – necessariamente non potrà essere in quel vietcong della nostra golena – ma come di consueto a Garda nei classici percorsi dove la full è sicuramente apprezzabile…dopo il primo giro un secondo.. e quindi il terzo -a fugare ogni dubbio-

La salita:

Chiaro che in salita non c’è paragone, la differenza di peso, e mancanza di ammortizzatore posteriore, ti permettono di spremere l’anima, unico limite gambe e fiato –

la resa è ovviamente al 100% -sale che è una bellezza!! ti alzi sui pedali e spingi fin che vuoi…o puoi!!

il manubrio estremamente largo -pedalando in piedi permette una leva notevole, (impossibile alzarsi sulla mia superfull ndr..) facendo quindi lavorare tutta la muscolatura del corpo, in modo estremamente efficace, nell’affrontare i desueti robusti salitoni (vedi Crero ndr..!) -dove ogni muscolo in più è una grazia del signore! (verrebbe da dire anche ogni kg di trippa in meno..ndr)

I valori di vam espressi dal garmin sono analoghi alle salite fatte con la mia specialissima da strada, o anche meglio, vuoi la forma fisica o l’entusiasmo, o forse il fatto di riuscire a spingere meglio (che con la bds) utilizzando tutta la muscolatura, braccia in primis.

Prima la salita era mettersi quieti e pedalare, una bella ridotta e via lenti, ora ti puoi snocciolare i pignoni che ti pare….

Su sterrato con pendenze impegnative, il carro corto e reggisella leggermente arretrato,

richiedono l’avanzamento in punta di sella per contrastare la tendenza dell’avantreno a sollevarsi.

Bella sorpresa: scopri che potendo andare più forte, i tratti di salite tecniche riesci ad affrontarli meglio aprendo il “boost” (fin che il cuore tiene…) insomma anzichè preoccuparti per le traiettorie apri il gas e passi di potenza i tratti dove le ruote non avrebbero trazione; trazione che si avverte decisamente superiore grazie al diametro maggiorato della ruota, e conseguente maggior impronta a terra.

Quindi in salita su asfalto non c’è confronto, ma anche nei tratti “tecnici” quasi quasi si può preferire la front – e comunque ovviamente si và nettamente più spediti.

Unico neo -la scomodità, si penserebbe – ma quì viene il bello, o l’ennesima sorpresa…: questa front è una “molla!!” l’elasticità del telaio e del reggisella sono decisamente evidenti, basta “caricare” la sella, e si vede a occhio nudo tutta la flessione del posteriore che unita a gomme da 2.25 con buona tassellatura tubless gonfiate a 1.8 – rendono la bici veramente comoda!! –

NON E’ UNA FRONT!! è una via di mezzo!!

addirittura la flessione del posteriore, è avvertibile nei tratti di asfalto in salita, ma anche in piano, quando si “pompa” sui pedali…, e può anche risultare non gradita.., ma i vantaggi sono tali da far passare in secondo piano questa controindicazione.-

BMC dichiara 3 cm di flessione alla sella, a cui aggiungere un gommone posteriore voluminoso e poco gonfio. -niente a che vedere con la mia precedente front 26″: rigidissima e con gommine da 2″, oltrechè tubo sella da 34,6 in alu -un’altro pianeta, stiamo veramente parlando di due cose diverse..

trail:

imbattibile.. travolge gli ostacoli, carro scattante, comodità generale, reattiva e pronta a rilanciare-Sulle carrareccie di campagna il ruotone gira che è una bellezza, sull’erba tutte le buche sono “arrotondate” dal ruotone…imbattibile..già detto??

che dire??

discesa:

la ruota grande aiuta…dà sicurezza e maggior stabilità, complici anche le ottime tassellature delle Onza, certo và detto che se ci si lascia andare, prima o dopo -di colpo ci si ricorda che è una front!

Và condotta con maggior attenzione e capacità, se paragonata alla amata allmountain, insomma con la “bi” anche se non sei in giornata scendi dove vuoi come vuoi, con la front 29 volendo vai quasi forte uguale, ma devi essere molto concentrato!!

Il figlio al suo primo giro con la 29 mi si è incollato alle spalle, e non sono mai riuscito schiodarmelo!! un’anno che non saliva in mtb e nessuna conoscenza del percorso..(io conosco i sassi…ndr)

maneggevolezza:

la formula BMC prevede tubo orizzontale lungo 610 mm taglia M, attacco corto (70mm!), manubrio largo e angolo chiuso (70°) nonche carro cortissimo e bb drop elevato per abbassare il baricentro-

ci hanno preso?? secondo mè alla grande (ovviamente sono di parte..ndr), se su asfalto con gli stradisti ciò comporta ad alte velocità uno sterzo troppo pronto, quasi da impensierire..su trail a bassa velocità in tratti molto guidati, diventa formidabile- addirittura la superfull 26″ è decisamente meno maneggevole!! forse anche a causa dell’attacco manubrio che ho allungato d 20 mm.. perchè avendo pur sempre una testa da “stradista” volevo sentirmi più disteso…

tra l’altro un’attacco così corto permette senza difficoltà alcuna spostarsi rapidamente dietro la sella per i tratti di discesa più impegnativi, (che non mancano a Garda..)

Quindi se inizialmente guardavo scettico quell’attacco manubrio di soli 70mm… ora mi sà proprio che lo lascierò stare… e non toccherò nulla delle geometrie BMC..

Gomme:

ottime queste canis da 2.25, tubless in un attimo, ottimo battistrada, ottima tassellatura, multimpiego, ma con un sicuro appoggio su ogni fondo, bel volume d’aria che permette basse pressioni, unico neo il peso (750g dichiarati ma qualcuno mi pare le abbia pesate a 800..) -insomma vere gomme da MTB che rendono la bici utilizzabile come trail bike – poi magari se ci dovete fare delle corse nella pianura le togliete….ma magari anche nò!..

freni:

la 29 ha la ruota oversize…la leva aumenta, i dischi devono essere adeguati- BMC non risparmia il grammo e monta un 180 anteriore che compensa il ruotone.Giusto così. E comunque si sente come facciano più fatica a lavorare; per quanto gli avid siano impeccabili come potenza e modulabilità.

Le gomme fanno la loro parte, e contribuiscono egregiamente con la loro tassellatura robusta ad ancorarsi ad ogni fondo.

Peso: pesata in negozio, 9.8 kg con le camere d’aria senza pedali e mutanda sul fodero inferiore -promessa mantenuta: bmc la dichiara esattamente 9.8 !!

quindi tolto 360 g di 2 camere, tolte manopole con collarino 100g , messo i pedali 300g, portaborraccia 35g, manopole 35g – e volendo togliere probabilmente 500 g – mettete le classiche rocket ron /racing ralph

conludendo:

i percorsi xc sono il suo pane, questo è ovvio..ma questa bici quasi quasi può sostituire l’amata full, e la si può pensare adatta a percorsi trail specialmente se comportano dislivelli notevoli..sale da dio, in piano è imbattibile, in discesa bisogna saperci fare ma viene giù ovunque….è pure discretamente comoda…che dire??

che fare??

pedalare!!!!

per la cronaca… al terzo giro a garda, è la terza volta che lascio a casa la full!…robe da piangere!!

alla grande Sergio!!!  aspettando la tua nuova avventura…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...